Si č tenuta all’ inizio di questa estate e ha confermato i romours che erano nell’aria… cambiamenti e novitą per quanto riguarda gli abiti da sposa del 2012! Alla White Gallery di Londra hanno sfilato alcuni dei pił grandi artisti del settore. Vediamo quali novitą hanno apportato:

  • Stewart Parvin ha aperto le danze con uno spettacolo mozzafiato. La sua collezione di abiti da sposa incapsulano femminilitą, eleganza ma alla stesso tempo aggressivitą con una collezione che ha visto miscelare il lato “soft” con il lato sexy della donna. Ogni abito segue un’abbottonatura fino alla cintura e le sagome lasciano intravedere la bellezza di chi li indossa. In qualche abito da sposa si č visto qualche tocco di shiccheria con diamanti e tocchi di glamour da urlo.
  • Nella passerella ha seguito, come ordine di impatto, Ian Stuart con la sua collezione denominata ‘Killer Queen’ 2012. La sua collezione di abiti da sposa č profondamente incentrata sull’uso di gonne e corpetti . Un senso di ribellione č trapelato dalle sue opere, con un desiderio di eleganza non comune, con decorazioni in pizzo francese e con splendidi tratti di plissč.
  • Ha fatto molto bene anche Stephanie Allin, con i suoi abiti ispirati all’ etą del jazz. Questa splendida collezione di abiti da sposa ha mostrato: perline, piume e tessuti in palette bianco e nero con accenni di argento e oro. La sensazione di romanticismo č evocato attraverso l’utilizzo di una linea delicata e adornando il tutto con un sapiente utilizzo del pizzo. Le Cinture hanno un ruolo principale in tutta la collezione: definiscono la vita e valorizzano la figura.