Si è sposato 4 volte in una giornata. In Sudafrica un uomo di 44 anni ha condotto all’altare quattro donne nello stesso matrimonio per risparmiare soldi sulle cerimonie nuziali e tener fede alla propria cultura Zulu, che ammette la poligamia. Le mogli vivranno in case separate, costringendo il marito a saltare letteralmente di palo in frasca per dedicare il proprio tempo a rotazione a ciascuna di loro.

La poligamia è consentita dalle leggi sudafricane, al punto che lo stesso presidente, Jacob Zuma, ha tre consorti. I matrimoni simultanei invece restano molto rari.

Al protagonista di questa storia va riconosciuto un coraggio da leoni. Con i tempi che corrono la prospettiva di passare il resto dei propri giorni accanto alla stessa donna è considerata una follia da un buon numero di persone. Milton Mbhele, dirigente comunale a Indaka, ha scelto addirittura di sposarne quattro: è arrivato alla cerimonia su una limousine bianca, accompagnato dalle 4 fanciulle vestite in abito bianco. Poi sotto a un tendone gigante montato in un campo sportivo ogni promessa sposa è salita all’altare al suo fianco, ha detto il fatidico sì, ha scambiato la fede con lui e gli ha dato un bacio. Al party nuziale tra un brindisi e l’altro le famiglie degli sposi si sono scambiati i doni e sono state sgozzate otto mucche.

“Amo ognuna delle mie signore nello stesso modo. Tra loro c’è una sana competizione”, ha detto Mbhele.