La nuova frontiera del turismo a Cuba è quello matrimoniale. L’isola è diventata una nuova “Las Vegas” con un boom di stranieri che vi giungono per sposarsi: 300 le unioni celebrate tra turisti l’anno scorso contro il centinaio di quelle del 2008. Lo attesta il direttore del registro civile, Olga Lidia Perez. Gli stranieri arrivano attraverso tour operator con pacchetti turistici. Molti tornano anche per celebrare gli anniversari di nozze.

Per il direttore del registro civile tutto questo continua ad aumentare gli introiti del turismo. Le coppie versano circa 400 dollari per le spese burocratiche notarili e poi non hanno che l’imbarazzo della scelta per la cornice al proprio fatidico “sì”: le paradisiache spiagge dell’isola, qualche bel palazzo dell’Avana o la stessa Plaza de la Revolucion, la piazza davanti alla famosa immagine di Ernesto “Che” Guevara.

Al primo posto tra le nazionalità dei turisti che scelgono di sposarsi sull’isola c’è quella canadese, seguita da quelle russa e olandese.

fonte:www.tgcom.it