fede.jpgGli aveva promesso di sposarlo per aiutarlo a svegliarsi dal coma e lui, aprendo gli occhi, le aveva subito indicato l’anulare sinistro, facendo il gesto dell’anello. E’ questa l’incredibile vicenda di Anna Guarinoni e Guido Franzon, una coppia di Chirignago (Venezia), che ha deciso di sposarsi dopo aver vissuto momenti drammatici. Sabato ci sarà il lieto fine della loro storia con le nozze in Municipio.

Il matrimonio arriva dopo 12 anni di convivenza e un figlio di 5 anni. Una scelta fortemente legata alla promessa fatta in ospedale. “La decisione del fatidico sì è legata a quanto successo un anno fa quando per un’infezione lui era entrato in coma – ha spiegato Anna a ‘La Nuova Venezia’ -. ”Andavo a trovarlo tutti i giorni in ospedale. Gli parlavo sempre, anche se lui era immobile. Un giorno gli ho detto ‘Guido, ti prego svegliati. Se ti svegli, giuro che ti sposerò”.

E così è stato. Guido si è svegliato dopo qualche giorno, il 10 aprile del 2007. Sorridendo ha fatto il segno dell’anello, come a dire che una promoessa va mantenuta. Per lui, maestro vetraio, il matrimonio era un sogno, il giusto coronamento del suo amore per Anna. Sabato sarà il grande giorno.