Una delle spese maggiori che si devono mettere in conto quando si vuole organizzare un matrimonio è quella del fotografo. Un servizio fotografico professionale, comprensivo anche di video e album del giorno più bello può arrivare a costare anche 3000 euro: un prezzo davvero alto, se si considerano tutte le altre voci di spesa che sono praticamente obbligatorie durante l’organizzazione anche del matrimonio più “minimal”.

Se però non si hanno grandi pretese e si vuole restare su cifre assolutamente più alla portata, si può scegliere di affidare il compito di fare le foto ad un amico particolarmente bravo con la macchina fotografica: ecco un’utile guida con i giusti consigli per scattare foto matrimoniali come un professionista. wedding photography

La prima cosa da fare è naturalmente quella di munirsi dell’attrezzatura adeguata: ogni fotografo avrà la sua macchina preferita, di una marca e modello ben specifici. Reflex, Nikon, Canon e quant’altro: l’importante è munirsi di un teleobiettivo tipo il 70-200 e di un obiettivo quadrangolare (ad esempio il 16-35): se poi si può contare anche su un’ottima apertura di diaframma, allora foto bellissime saranno quasi assicurate.

Durante un matrimonio è necessario avere almeno una macchina fotografica di emergenza: “the show must go on” e se una macchina dovesse avere qualche problema, ci sarà la seconda a sostituirla con prontezza. Necessarie anche diverse batterie di scorta, per poter sempre utilizzare il flash. E’ molto utile farsi una lista dei momenti della celebrazione che non possono assolutamente non essere immortalati: si va dal bacio tra gli sposi allo scambio degli anelli, dal lancio del riso alle firme sul grande libro dei matrimoni. Quello che è importante non è però seguire uno schema prefissato, bensì cercare di immortalare momenti unici e intimi: una lacrima che scende dal viso della mamma della sposa, un’espressione particolarmente bella di un invitato, uno sguardo tra gli sposi che essi potranno ricordare anche negli a venire.

Per fare foto matrimoniali come un professionista non bisogna cercare di copiare gli scatti già realizzati da centinaia e centinaia di fotografi: occorre trovare un proprio stile, per cercare di ottenere un lavoro unico nel suo genere.

Bisogna osare, sperimentare, andare in direzioni differenti rispetto a quelle fin’ora conosciute, altrimenti si avranno sempre le stesse foto per ogni matrimonio. La cosa fondamentale è la scelta della luce: se fino a qualche anno fa le foto di un evento così importate erano sempre realizzate con il flash, oggi le cose sono decisamente cambiate.

Si è capito che la luce naturale può dar vita a foto molto emozionanti e soprattutto realistiche: con le macchine di ultima generazione si possono realizzare scatti ad alti ISO, senza che la foto ne risenta a livello di sgranatura. Un sopralluogo sui luoghi della cerimonia e del ricevimento aiuterà a trovare gli angoli ideali per realizzare le foto migliori. In bocca al lupo!