harry_potter_by_auroreblackcat1.jpgNon solo libri. Ancora due film e l’apertura di un parco a tema negli Usa fra un paio di anni: sono questi i prossimi appuntamenti per i fan di Harry Potter, che in Italia attendono con ansia l’uscita dell’ultimo libro della saga di J.K. Rowling. Harry Potter e i Doni della Morte, settimo e forse ultimo episodio della serie, esce infatti in libreria nella notte tra venerdì 4 e sabato 5 gennaio.

Il conto alla rovescia e l’attesa. C’è grande attesa anche a Roma per l’uscita dell’ultimo Harry Potter. Dopo rottura dell’embargo in Calabria, e la vendita anticipata dell’ultimo volume della saga, dalla mezzanotte di venerdì il libro si potrà acquistare dovunque. Nella capitale alcuni rivenditori si stanno organizzando per l’occasione prolungando l’orario di apertura. Alla stazione Termini la libreria Borri Books, che normalmente chiude alle 23, resterà aperta dalla mezzanotte in poi. E per ingannare la trepidante attesa la Libreria Rinascita di piazzale Lagosta ha organizzato per domani, dalle 21 alle 24 la «Harry’ night: giochi, proiezioni e incanti», per bambini e adulti in attesa dello scoccare della fatidica ora.

La libreria Melragazzi (Melbookstore) di piazza SS.Apostoli sarà aperta domani dalle 23:30 all’una circa, saranno proprio i professori della Scuola di Hogwarts ad accogliere tutti gli apprendisti maghi e streghe, per la consegna delle bacchette magiche e la lettura di storie, racconti magici e alchimie. Sabato prossimo la sala Deluxe della Casa del cinema a Villa Borghese ospiterà la proiezione dei primi cinque film della saga del maghetto. La maratona avrà inizio alle 10 e si concluderà alle 24, l’ingresso è libero fino ad esaurimento posti. Le prenotazioni per il libro in uscita intanto fioccano e un po’ in tutta Italia le librerie che si preparano a un vero e proprio tour de force per non deludere i tanti fan del maghetto.

Cosa succede dopo: poliziotto per magia. Harry Potter poliziotto dei maghi, Hermione Granger funzionario del ministero della Magia, in un ruolo paragonabile a quello di un magistrato inquirente. Ecco cosa succede dopo la fine di Harry Potter e i doni della Morte, settimo e conclusivo romanzo della saga di J.K. Rowling. O meglio, tra l’ultimo capitolo e l’epilogo che si svolge 19 anni dopo. La scrittrice ha immaginato il futuro (anche professionale) dei suoi personaggi e aveva annunciato, anni fa, che lo avrebbe raccontato nell’ultimo capitolo del volume. Poi invece non lo ha fatto per non appesantire il racconto. Ma ha cominciato a svelare in interviste varie che cosa succede ai protagonisti.

Harry Potter per esempio entra a part parte degli Auror, il corpo di polizia che dà la caccia ai maghi oscuri, di cui diventa poi capo Dipartimento. Possiede la motocicletta volante del suo padrino Sirius Black. Dopo la distruzione del frammento dell’anima di Voldemort che risiedeva in lui, non parla più il Serpentese. Ron Weasley lavora al negozio «Tiri Vispi Weasley» del fratello George (ma non è escluso che finisca tra gli Auror anche lui) e sposa Hermione, che a sua volta lavora al ministero al Dipartimento di Applicazione della Legge Magica. Hanno due figli: Rose e Hugo. Ginny Weasley sposa Harry Potter e, dopo avere giocato professionalmente a Quidditch, diventa giornalista sportiva della «Gazzetta del Profeta». Con Harry ha tre figli: James Sirius, Albus Severus (così chiamato in onore di Silente e Piton) e Lily.

La perfida Dolores Umbridge invece è stata arrestata per crimini contro i Maghi nati babbani. Lo scorso ottobre, infine, l’autrice ha dichiarato durante un tour negli Usa che Albus Silente era gay e innamorato del mago oscuro Grindelwald: per questo motivo non si era subito reso conto della malvagità di quest’ultimo e ne aveva seguito le idee.

Film e parco. Intanto in attesa (o nella speranza) che la scrittrice scozzese decida di mettere mano ad un possibile ottavo libro, la curiosità di lettori e appassionati giovani e meno giovani è concentrata sugli ultimi due film della serie. Il sesto Harry Potter e il Principe Mezzosangue, ancora in lavorazione, è già considerato il titolo più «caldo» del 2008: sarà sugli schermi a novembre con lo stesso regista del quinto film, David Yates. Per il settimo e ultimo film – che, in base alla trama del libro, richiederà un grande sfoggio di effetti speciali e scenografie – bisognerà aspettare il 2010. Tra la fine del 2009 e l’inizio del 2010, dovrebbe poi aprire i battenti «Il magico mondo di Harry Potter», un parco a tema nell’Universal Resort di Orlando, in Florida, con attrazioni e ambienti ispirati al villaggio di Hogsmeade e alla scuola di Hogwarts. Il progetto è promosso da Universal e Warner Bros.

Fonte:www.ilmessaggero.it