I sogni sono desideri. Così recitava una canzone cara i più piccoli ma che riassume perfettamente il pensiero delle coppie che si accingono ad organizzare il loro  matrimonio. Un matrimonio unico e indimenticabile, come un sogno appunto. Allora perché non farsi aiutare da un wedding planner per pianificare le nozze?
In America il WEDDING PLANNER è d’obbligo, tutti lo vogliono e i suoi consigli sono vere e proprie perle di saggezza a cui nessuno può rinunciare. Ma qui in Italia è diverso.
Gli sposi nostrani, per cultura ed educazione, tendono a fare tutto da soli quando si parla di matrimonio. Hanno paura che delegare le scelte di un giorno così importante possa snaturare i loro desideri o magari temono che la sua consulenza faccia lievitare i costi. Non sanno però che un bravo wedding planner si crea una serie di partner di fiducia e di qualità con i quali lavora costantemente, riuscendo così a far risparmiare tra il 20% e il 30% rispetto ad un matrimonio organizzato fai da te.
La consulenza di un wedding planner è a 360°: a lui sono affidate la scelta della location, l’organizzazione del catering, il coordinamento degli invitati e dei loro posti durante il ricevimento. Aiuta la sposa nella difficile scelta del vestito, delle bomboniere e delle partecipazioni. Fino a pianificare i più suggestivi VIAGGI DI NOZZE, studiati a misura della coppia.
Molti non sanno però, che un wedding planner non è un semplice consulente ma un professionista a tutto tondo. Deve conoscere tutte le regole e le normative vigenti in materia di matrimonio, deve conoscere il bon ton e il galateo, deve sapere la storia della musica e delle religioni, deve avere gusto e deve saper ballare per poterlo insegnare agli sposi. Ma cosa più importante deve avere i nervi saldi e una buona dose di creatività. Con tutte queste caratteristiche l’organizzazione delle nozze sarà un gioco da ragazzi e gli sposi stessi potranno vivere questo concitato momento senza stress.
Oltre alla praticità, il wedding planner deve ascoltare le esigenze degli sposi, deve immedesimarsi e realizzare un matrimonio non in base ai suoi gusti ma in base ai loro, deve essere sempre presente, deve essere un confidente e un buon ascoltatore e deve sostenere la coppia nei momenti di sconforto e quando la tensione arriverà alle stelle. E siamo sicuri che questo momento arriverà.
Il resto lo farà l’amore.