A metà tra un set fotografico ed un gioco, il photo booth, una idea originalissima che arriva (come potrebbe essere altrimenti?) dagli USA, e che sta prendendo piede anche in Italia.

 

Ma di cosa si tratta esattamente? Lo chiediamo a due giovani creative, Ludovica Pacitti, wedding planner titolare dello Studio Dablju Time – ed Alessia Cerqua, fotografa di moda e di spettacolo – oltre che di matrimoni – che stanno contribuendo alla diffusione di questa iniziativa nel nostro paese, proponendola con grande successo nei loro eventi.

 

“Il Photo Booth nasce dall’idea della classica vecchia cabina per farsi le foto: si tratta di un un vero e proprio set fotografico, allestito per fare dei ritratti individuali o di gruppo agli ospiti. L’allestimento in genere è semplice ma di effetto: uno sfondo colorato (che può essere un telo, o una parete), un paio di flash da studio per l’illuminazione, quelli che si usano per i set di moda per intenderci. Oltre a ciò, mettiamo sempre a disposizione degli ospiti accessori e gadget vari, per permettere loro di truccarsi e trasformarsi prima di essere fotografati: parrucche, baffi finti, maschere, occhialoni, ecc., e lasciamo a disposizione cartelloni e pennarelli, dove chi vuole può scrivere un messaggio. Ad esempio, nei matrimoni chiediamo spesso agli invitati di scrivere una dedica agli sposi, come augurio particolare per la loro nuova vita. E ovviamente non mancano le risate, i momenti di divertimento, e si ottengono delle fotografie uniche e spiritose.

 

A volte il tema è libero, lasciamo libero sfogo alla fantasia degli ospiti, ovviamente dando consigli sulle pose e trucco, altre volte organizziamo dei veri e propri photo-booth a tema, ricollegandoci al tema o al filo conduttore scelto per l’evento. Per esempio, un paio di settimane fa, per festeggiare l’arrivo della primavera, abbiamo organizzato un photo-booth “primaverile” al Blackmarket, uno dei locali più “cool” della capitale. Inutile dire che è stato un successone!

Nei matrimoni, di solito ci piace studiare l’allestimento del set con gli sposi,  facendo riferimento a quello che è il tema portante del Matrimonio, dal tableaux alle decorazioni, adattandoci anche allo stile della location, … altre volte invece, con gli sposi partiamo da una idea, da una intuizione, da una canzone, e la sviluppiamo con loro. C’è invece chi desidera una verra sorpresa come Francesco e Flavia Sposi a giugno 2011 per i quali abbiamo creato un apposito set sul tema “Musica” (lei cantante in un gruppo jazz, lui appassionatissimo di musica, si sono conosciuti in un  festival estivo), con strumenti musicali, note, dischi in vinile, … sembrava di sentire la musica anche riguardando le foto !!

Ma come è nata questa idea? “Volevamo proporre qualcosa di originale, per rendere il matrimonio molto più simile ad una festa tra amici, con risate, allegria, divertimento, piuttosto che la solita cerimonia noiosa. E anche le foto dovevano rispecchiare questa idea. E da qui, abbiamo ripreso l’idea del photoboot, una novità in Italia, e la cosa bella è che ogni festa, evento, matrimonio, ha il suo photobooth unico, studiato appositamente… siamo due creative, ci piace ogni volta inventarci situazioni ed allestimenti differenti.. e inoltre, si rende ancora di più ogni evento unico ed irripetibile !! L’idea sta avendo moltissimo successo, è per noi ora una delle iniziative più richieste e apprezzate, che si tratti di matrimoni che di feste o eventi”.

Per chi volesse saperne di più, abbiamo fatto una pagina facebook apposita, dove mettiamo fotografie, allestimenti, ma anche informazioni sui prossimi eventi e i nostri contatti!

www.facebook.com/photobooth.experience

 

 

 

Ludovica Pacitti – Dablju Time (www.dabljutime.com)

Alessia Cerqua Fotografia (www.alessiacerqua.com)