soldi2.jpgIl matrimonio? Riduce gli sprechi a tavola aumentando il risparmio negli acquisti alimentari. Lo sostiene Coldiretti, secondo cui “sposarsi o abitare in coppia consente di risparmiare quasi un terzo della spesa che deve affrontare in media un single a tavola per effetto dei maggiori sprechi dovuti alla vita piu’ sregolata, ma anche ad acquisti di formati inadeguati o piu’ costosi”.
single_spesa_280x200.jpg Sulla base dei dati Istat su i consumi delle famiglie, Coldiretti rileva che “la spesa media per alimentari e bevande di un single e’ di 300 euro al mese, superiore del 32% rispetto a quella media per persona nelle coppie, che e’ di circa 227 euro al mese”. Conclusione: “sposandosi si risparmia”.
I prodotti sui quali in coppia si risparmia, sottolinea l’associazione, sono zucchero e caffe’ (44%), bevande (40%, ortofrutta (40%), ma anche latte, formaggi e uova (37%) e pasta e pasta (36%), mentre meno conveniente la convivenza per carne e pesce (19%).
Per Coldiretti “i motivi della maggiore incidenza della spesa sono da ricercare nella necessita’ per i single di acquistare spesso maggiori quantita’ di cibo per la mancanza di formati adeguati che comunque anche quando sono disponibili risultano molto piu’ cari di quelli tradizionali”.
Ad incrementare la spesa alimentare, continua, “e’ anche l’elevata presenza di sprechi”.
Sempre secondo Coldiretti, i single sono piu’ inclini a “risparmiare tempo a favore del lavoro e soprattutto dello svago, che privilegia il consumo di piatti pronti a piu’ elevato valore aggiunto che incidono maggiormente sulla busta della spesa”.
Da questo punto di vista l’associazione evidenzia che “nonostante la crisi economica e il rialzo dei prezzi i preparati e i piatti pronti hanno fatto registrare un aumento delle vendite in volume del 9,5% in Italia nei primi sei mesi del 2008”, secondo le elaborazioni Coldiretti su dati Ref-Iri Infoscan.
Tra i prodotti che hanno registrato le maggiori cresciute, secondo le elaborazioni Ref per Ancc-coop, i primi piatti pronti (+16%) e i sughi pronti. Scelte e tendenze che dimostrano come “in Italia- conclude Coldiretti- si e’ progressivamente ridotto il tempo dedicato alla preparazione dei pasti, che e’ di appena 34,9 minuti per quello di mezzogiorno, il e di 33,1 minuti per la cena”.

Fonte: http://www.clandestinoweb.com/sondaggi-da-tutto-il-mondo/consumi-coldiretti-se-ti-sposi-risparmi-1-3-della-spesa-a-ta-2.html