cane.jpgUn matrimonio riparatore tra un uomo e un cane. P. Selvakumar, 33 anni, indiano, voleva farsi perdonare una cattiva azione commessa 15 anni fa, quando uccise due cani, perciò ha deciso di giurare amore eterno alla cagnetta Selvi. Le nozze sono state celebrate in un tempio del distretto di Sivaganga, nello stato indiano del Tamilnadu. Secondo il quotidiano Hindustan Times, che ha sentito alcuni testimoni, un astrologo avrebbe suggerito all’uomo che solo sposando un cane sarebbe riuscito a espiare il suo peccato. Da 15 anni, infatti, Selvakumar ha molti problemi di salute e crede che derivino tutti dalla sua colpa.

«Da allora le mie gambe e le mie mani sono rimaste paralizzate e ho perso l’udito a un orecchio. Solo di recente, dopo le cure, ho iniziato a riprendere la deambulazione, ma con le stampelle», ha spiegato Selvakumar al giornale. Il 33enne ha chiesto aiuto ai suoi familiari che, per la sua salvezza, hanno preso dalla strada un cane randagio, lo hanno pulito e lo hanno vestirlo a festa con un sari, preparandolo per la cerimonia.

L’uomo e la sua futura “sposa” si sono recati in processione al tempio e, durante il rito, Selvakumar ha legato al collo di Selvi la tradizionale mangalsutra, la collana indossata dalle donne indiane sposate.

I matrimoni tra esseri umani e animali non sono frequenti in India e i pochi che vengono celebrati hanno l’obiettivo di respingere le “forze del male” o di contrastare cattivi presagi. Negli ultimi mesi, alcuni genitori indiani hanno fatto sposare i figli maschi con i cani e le femmine con i serpenti, nei distretti tribali dello stato orientale dell’Orissa. Secondo gli anziani dei villaggi, queste nozze non impediscono in futuro ai giovani di sposarsi per una seconda volta, anche senza divorziare dall’animale preso in moglie o marito.

fonte:messaggero.it