Tutto si fa online, anche i matrimoni. L’inizuiativa è del servizio ‘Diretta internet’ del Comune di Venezia: immortalati da una webcam nel giorno dei sì, gli sposi godranno della compagnia virtuale di parenti e amici, impossibilitati ad assistere di persona alla cerimonia nuziale. L’evento in diretta attraverso il proprio computer, sarà realtà collegandosi al sito weddingvenice.org. Per garantirsi la cerimonia on-linea, riportano i giornali locali, si dovrà pagare dai 120 ai 144 euro in più, in aggiunta alle spese previste per il ”si”’ civile. Il servizio, assicurano i promotori dell’iniziativa, piacerà soprattutto alle coppie di stranieri che, per tradizione, approdano in laguna per coronare il loro sogno d’amore: sono infatti soprattutto non residenti i circa 1400 sposi che ogni anno scelgono le sale municipali di Palazzo Cavalli, a pochi passi dal ponte di Rialto, per convolare a nozze. Un mercato che risulta sempre più appetibile, in particolare in tempi di crisi, visto che le tariffe del pacchetto matrimoniale possono arrivare a 3.500 euro se il sì viene celebrato nei giorni festivi e se riguarda sposi che non risiedono in città.