ramazzotti.jpgLo avevamo annunciato qualche settimana fa: Paolo Virzì e Micaela Ramazzotti finalmente sono diventati marito e moglie. Il fatidico sì è stato pronunciato dal regista e dall’attrice nella sala delle cerimonie del Comune di Livorno, luogo natale di Virzì.

L’attrazione tra regista ed attrice non è una cosa esclusivamente hollywoodiana. E ne sono un esempio il regista Paolo Virzì e l’attrice romana Micaela Ramazzotti che, dopo varie indiscrezioni pubblicate nelle settimane scorse, finalmente sono diventati marito e moglie.

Il fatidico sì è stato pronunciato nella sala delle cerimonie del Comune di Livorno, luogo natale di Virzì. Paolo Virzì, elegantissimo in abito scuro e cappello, era accompagnato, come da tradizione, dalla madre Franca. La bella Micaela indossava invece uno splendido abito bianco creato da Roberto Cavalli e una pelliccia dello stesso colore.

Qualche tempo fa i due, forse anche per una certa scaramanzia, avevano smentito la loro relazione. Poi il magazine ‘Diva e donna’ aveva pubblicato la notizia relativa al fatto che i due fossero vicini al matrimonio, poiché che erano state trovate le loro pubblicazioni di nozze, e ora c’è la certezza di quanto era stato anticipato!

Ricordiamo che Micaela Ramazzotti, classe 1979, e il regista Virzì avevano lavorato insieme nel film “Tutta la vita davanti” e lì, appunto, era cominciata la loro amicizia. Dall’amicizia, evidentemente, si è arrivati a qualcosa di molto profondo, che è sfociato nelle nozze che si sono celebrate a Livorno.

Tra i principali ospiti c’erano la figlia del regista Ottavia e il fratello Carlo, Massimo Ghini e il regista Emanuele Barresi. Il rito civile è stato celebrato dal sindaco della città Alessandro Cosimi, e tra le curiosità da sottolineare, c’è il fatto che i due, durante la celebrazione, hanno esclamato “assolutamente sì” anziché il classico “sì”. Inoltre, all’uscita dal comune, niente riso, ma fiori e coriandoli sui due sposini!

Altra nota sulla giornata riguarda il fatto che a Livorno mentre la coppia era impegnata nelle foto di rito dopo la celebrazione, sfilava per le strade davanti al Comune il corteo dei centri sociali per dire no alla guerra di Gaza. Così c’è stato anche qualche fischio lanciato contro il ‘matrimonio dei vip’… ma forse i due sposi erano troppo presi dagli eventi per capire cosa stesse succedendo in strada!

Fonte:http://www.rumors.it/notizie/gennaio09/0883/articolo.htm