nek.jpgMentre prepara l’uscita del suo nuovo album, “Un’altra direzione”, Nek fa il resoconto della sua vita privata e tira le somme: innanzitutto si deve risposare…con sua moglie. Strano a dirsi ma in realtà le cose stanno proprio così: il cantante infatti dopo un lungo percorso interiore, spirituale religioso, ha deciso di comune accordo con la moglie Patrizia Vacondio, sposata con rito civile più di due anni fa, di ripetere il rito in chiesa. “Sono sposato con Patrizia da più di due anni, con rito civile – racconta Nek in un’intervista al settimanale “Vero” – Ma il più presto possibile ci uniremo anche con rito religioso. A farci decidere per il matrimonio civile è stata soprattutto una questione di tempo. Ma si farà anche tutto il resto, assolutamente sì”. La moglie del cantante ha già una bambina, nata da una precedente relazione, e Nek con la piccola sta sperimentando il ruolo di padre: “Con me e la mia compagna vive anche la bambina che lei ha avuto dalla sua relazione precedente, abbiamo un rapporto bellissimo: lei ha tredici anni e mezzo e sta iniziando a vivere il difficile momento dell’adolescenza. Età critica, che mi sta insegnando tante cose. Un rapporto, quello con lei, che mi ha fatto crescere.
PRESTO UN FIGLIO “Sento il desiderio di mettere al mondo un figlio, ma non credo che ci sia poi tutto questo tempo, davanti. Non voglio che la bambina o il bambino abbia un padre vecchiotto. Anche se, ed è il bello del lavoro che faccio, in questo mondo non si invecchia mai. Sono un padre apprensivo, severo. Lo ammetto: tutti i miei difetti, in questa veste, vengono fuori”.
SANREMO? SOLO COME OSPITE Per Nek sembrano ormai passati e superati i tempi di quando, giovanissimo oltre dieci anni fa, cantava “Laura non c’è” dal palco di Sanremo: “Il Festival è una manifestazione che guardo con affetto. Mai dire mai, ma solo come ospite. L’esperienza della gara l’ho già vissuta ed è qualcosa che non mi appartiene più. Ho già dato”.

http://www.leggonline.it/articolo.php?id=14609