abitosposa1.jpgAd ‘Habita e Sposa’, il Salone dell’arredamento e del matrimonio che in questi giorni anima le Ciminiere di Catania, partecipano i migliori atelier della Sicilia.

Passeggiando tra gli eleganti corridoi i visitatori potranno ammirare “Lyra”, l’esclusivo abito di Valentino che ha sfilato nelle collezioni prêt-à-porter di fama internazionale, i ricercati ricami della collezione di Teresa Litrico che richiamano l’antica arte del tombolo e le creazioni realizzate dalle maestre merlettaie, e tanti altri candidi vestiti in bianco, altri in avorio ed ancora i coloratissimi abiti rossi, dorati e rosa pastello.

All’interno della fiera show si potranno trovare anche 140 metri di stoffe pregiate in un solo abito da sposa: è il “record” delle creazioni – realizzate con tessuti provenienti dalle seterie di Como e rifinite con pizzi francesi – esportate in tutto il mondo da Amelia Casablanca, stilista del “made in Italy” che si tinge di bianco, orgoglio siciliano che veste spose in America in Giappone, in Russia ed in Africa.

Tra le spose di Amelia Casablanca ci sono anche la figlia del primo ministro dell’Angola (Africa) e la figlia del segretario di Putin. E accanto alla produzione di abiti raffinati si accosta il profumo “I do” in tre fragranze a base di fiori d’arancio, simbolo della Sicilia e del matrimonio: saranno direttamente le future spose a scegliere l’essenza ufficiale del prodotto che presto arriverà sul mercato.

fonte:http://www.adnkronos.com/IGN/Cronaca/?id=3.0.2966749669