sarko_bruni.jpgDa settimane sono loro la coppia di cui più si parla nel mondo del gossip, e presto potrebbero ufficializzare la loro unione. Le nozze tra il presidente francese Nicola Sarkozy e Carla Bruni si faranno. Quanto alla data,il matrimonio dovrebbe celebrarsi l’8 o il 9 febbraio prossimo Lo riferisce “Le Journal du Dimanche”, affermando che la coppia non può più aspettare.

E se alcuni amici della ex top model non vedono di buon occhio le imminenti nozze, spiega il giornale, a sognare di regolarizzare quanto prima la sua relazione sarebbe proprio Sarkozy che risolverebbe i problemi di protocollo soprattutto nelle relazioni estere.

È soprannominato da amici e avversari “Sarko”. I suoi tic e la sua voce gutturale fanno la gioia degli imitatori.

Il 13 maggio 1993, appena nominato ministro del Bilancio, è stato uno dei negoziatori nel corso della vicenda di “Human Bomb”, uno squilibrato che si era impadronito di un’intera classe di una scuola materna di Neully-sur-Seine sotto la minaccia di un fucile e del materiale esplosivo che aveva con sé. Sarkozy si recò immediatamente sul posto e, in qualità di sindaco di Neully, trattò personalmente con “Human Bomb” ottenendo la restituzione alle famiglie di un certo numero di bambini. La vicenda si concluse con l’uccisione dell’individuo e la liberazione dei piccoli e della maestra che erano rimasti ancora in balìa dell’uomo.

Sarkozy, che non ha peli sulla lingua, non ha esitato a qualificare con l’espressione “racaille” (feccia) i teppisti che spadroneggiano nelle “periferie calde” parigine. Così dalla strada rispose nell’ottobre 2005 a una signora che affacciata alla finestra chiedeva al ministro dell’Interno di liberare gli abitanti del quartiere dalle bande di delinquenti: “Vous en avez assez, vous en avez assez de cet bande de racaille, oui, on va vous debarasser!” (Voi ne avete abbastanza, ne avete abbastanza di questa feccia, sì, adesso ci pensiamo noi a toglierli di mezzo!”). L’episodio è stato seguito da numerose polemiche, soprattutto da parte dell’opposizione.

Nel novembre 2005 l’attore e regista Mathieu Kassovitz che lo aveva chiamato polemicamente in causa nel suo blog [5] ha la sorpresa di trovare nel suo sito web una lunga e pacata risposta dello stesso Sarkozy.

Nel 2005 una crisi passeggera del secondo matrimonio di Sarkozy è stata oggetto delle attenzioni morbose della stampa, provocando la collera del ministro che si è immediatamente rivolto alla giustizia.

Sarkozy è padre di tre figli maschi, due di primo letto e un terzo avuto dalla seconda moglie Cécilia. Ha due fratelli: Guillaume 1951, imprenditore e vice presidente della Medef (la Confindustria francese) e François 1957, pediatra. Ha inoltre un fratello ed una sorella nati dai successivi matrimoni del padre: Caroline e Pierre Olivier, quest’ultimo banchiere a New York.

È stato vittima di una googlebombing, digitando il suo nome, si veniva indirizzati al sito internet di Iznogoud, popolare fumetto francese. Avveniva anche il contrario.

Il numero uno dello Stato transalpino è spesso oggetto di scherno per la sua bassa statura: pare infatti che Sarkozy sia alto 165 centimetri.

Nel corso del mese di ottobre 2007, a seguito anche di un massiccio interesse dei mezzi di informazione, si è consumato ad uso e consumo di tutti i francesi e non solo, la fine burrascosa del matrimonio con Cecilia, fine ufficializzata da consensuale separazione. La burrascosa vicenda matrimoniale dei coniugi Sarkozy, ha visto il presidente perdere letteralmente le staffe, nel corso dell’intervista con la trasmissione americana 60 minutes. La sua relazione con l’ex modella Carla Bruni è stata resa pubblica il 16 dicembre 2007 dalla stampa francese.

Il 20 dicembre 2007, incontrando il Papa Benedetto XVI in Vaticano, Sarkozy ha compiuto subito un gesto insolito: dopo aver stretto la mano al vescovo è tornato verso l’automobile per lasciarvi il cappotto.

Il 20 dicembre 2007, Grande successo e bagno di folla ha interessato Sarkozy nella sua prima visita ufficiale in Italia, dopo un pasto al ristorante Dal Bolognese a Piazza del Popolo, nel pomeriggio ha ricevuto gli onori militari nel cortile d’onore del Quirinale quando ha incontrato il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, nella sala del Bronzino.

A Natale 2007 Sarkozy e la compagna Carla Bruni si recano in Egitto. L’opposizione si ribella.

Fonte:www.barimia.info