Per il fotografo di matrimonio a Roma che lavora con poco tempo a disposizione, a volte si rivela complicato mescolare stili tradizionali e contemporanei. Per questo ho adottato il concetto di “momenti privati” che può aiutare anche la coppia a superare questo ostacolo. Di solito si tratta di un lasso di tempo di qualche ora prima della cerimonia e coinvolge solamente gli sposi, oppure tutte le famiglie ed i testimoni. Durante  questo periodo, lontano da tutti gli invitati, come fotografo sono libero di scattare fotografie degli sposi, dei parenti ed amici in modo del tutto naturale.

Passare dei momenti privati tra sposo e sposa prima della cerimonia spesso ha una forte obiezione da parte della sposa che vuole vedere la reazione del suo futuro sposo solamente quando si incontreranno in chiesa. Generalmente, è una sorpresa che non vuole rovinare. Per far superare questo ostacolo a chi non pensa alla sfortuna, faccio un discorso di questo tipo: “Capisco la sua voglia di vedervi d’improvviso e contemporaneamente. Però, dalla nostra esperienza, sappiamo che di solito gli sposi nemmeno si ricordano questo momento. Mentre lei entra in chiesa, spesso non può neanche vedere subito il suo sposo. Perché è troppo preoccupata di non inciampare , o che suo padre le calpesti il vestito. Ed anche lo sposo è distratto da tutte le persone presenti mentre deve cercare di mantenere la calma. Con i momenti privati, riuscirete a vedervi bene per la prima volta, senza tutto lo stress della cerimonia, permettendovi di passare del tempo davvero speciale insieme. E vi resterà impresso negli anni, molto più facilmente dell’incontro in chiesa”.fab_mg_1361

Per fotografare gli sposi in questa speciale occasione, come fotografo professionista trovo dei luoghi abbastanza tranquilli. Quando la sposa è pronta con i fiori, lo sposo è ancora fuori ad aspettare, camminando su e giù in modo nervoso. Poi chiedete a tutte le altre persone di uscire; ho già posizionato la sposa in modo di poter catturare le espressioni di entrambi nel momento in cui si incontreranno. A questo punto si fa entrare lo sposo:il cuore della sposa batte forte e la porta si apre lentamente. Lo sposo sospira, i due si abbracciano e si baciano. In questo realizzerò qualche rapida fotografia e poi mi allontanerò.

Poi non sappiamo bene cosa succederà là dentro. I momenti privati sono…privati! Ci hanno riferito che gli sposi ridono, piangono, pregano. Nel passato ho avuto dei clienti che hanno trascorso fino ad un’ora insieme prima di uscire! Mi hanno scritto sposi ringraziandoci e affermando che il lor momento privato è stata la parte più speciale di tutta la giornata. Come dico ai futuri sposi: i momenti privati non servono per fare delle fotografie migliori, ma per avere un migliore giorno delle nozze!

Quando gli sposi sono pronti, escono e comincio a fotografare. Di solito, trascorro un’ora con loro e poi ci s’incontra sul luogo del matrimonio con tutte le altre persone direttamente coinvolte (genitori e testimoni), per le altre fotografie. Se possibile, prima della cerimonia, cercherò di fare una fotografia all’interno del gruppo.

Tutto sommato, questo servizio è molto vantaggioso e per tutti.

Utilizzare i momenti privati mi permetterà una copertura totale e diminuirà lo stress a tutti.

Un matrimonio su tre, che attualmente lo studio fotografico a Roma esegue, adopera proprio i