fedi-di-ghiaccio.jpgIl matrimonio d’inverno ha davvero un fascino particolare. Ancor più se a renderlo maggiormente caratteristico è una spruzzatina di neve. Nonostante il freddo, i fiori rivestono una parte fondamentale della cerimonia e dell’organizzazione. Infatti, nel magico giorno del matrimonio, i fiori faranno da scenografia in ogni momento. I luoghi da addobbare sono: le rispettive case degli sposi, la macchina che li accompagna, la chiesa, il luogo del rinfresco, e da non dimenticare assolutamente il bouquet e il fiore all’occhiello per sposo e testimoni.

Se si è già pensato al tipo di fiori, al fiorista spetta il compito di sistemarli nei vari ambienti; se invece si è ancora indecisi o non si ha nessuna idea sarà d’aiuto vedere un book fotografico dei lavori già realizzati, così da poter constatare il grado di preparazione e fantasia di chi si è scelto. Sarebbe ideale che il fiore o il colore scelto si ripetesse nei posti menzionati sopra, per renderlo unico e personalizzato. Ultimamente i fiori bianchi o candidi non sono l’unica scelta anzi, i colori vivi riscuotono un buon successo ultimamente e non è raro trovare una sposa con il bouquet di calle rosso rubino. Qualunque sia il colore e la varietà dei fiori che si scelgono, il fioraio deve essere alcorrente non solo dei posti dove dovrà sistemare le composizioni, ma anche le loro dimensioni, quindi sarà necessario un sopralluogo di persona.

Naturalmente il fioraio andrà prenotato alcuni mesi prima, soprattutto in casi di richieste particolari. Diventa allora necessario fare con il fiorista una lista degli ambienti e delle varietà scelte e indicare un’opzione di sostituzione in caso non si dovessero reperire le qualità da voi scelte. Bisognerebbe anche lasciare al fiorista tutti i recapiti di chiesa e luogo del rinfresco, in modo che sia lo stesso ad accordarsi con loro. Utile sarebbe anche stabilire l’ora in cui verrà consegnato il bouquet. Questo deve essere scelto in base all’abito e alla statura della sposa. Le regole generali dicono: per un abito corto il bouquet rotondo con fiori di piccole dimensioni; se l’abito arriva alle caviglie le dimensioni aumentano fino ad utilizzare dei fiori a stelo lungo; se l’abito prevede lo strascico il bouquet potrà assumere anche una forma cadente; fascio o bouquet in caso di tailleur. Sarà una scelta personale decidere se regalare ad una persona che vi sta a cuore il vostro bouquet o sacrificarlo per il tipico lancio di spalle: si dice che, chi lo afferrerà si sposerà entro l’anno.

Per la chiesa sarà essenziale addobbare l’altare ed i lati dove gli sposi si posizioneranno;
in secondo piano, per arricchire la scenografia, ci sono i banchi dove siedono gli invitati. La sistemazione va concordata con la chiesa, non tutte infatti permettono l’intromissione di mani
esterne ai fioristi che di solito si occupano delle composizioni. Sì alla moquette lungo il percorso della navata centrale. Fate comunque attenzione allo stile della chiesa: se moderna si consigliano
soluzioni verticali; se è antica bisogna creare qualcosa di più ricercato; molto semplice e festosa per le chiese in campagna. Nel caso in cui la cerimonia si svolgesse in Municipio generalmente la sala dovrebbe già essere provvista di piante proprie, in caso contrario sarebbe meglio scegliere qualcosa di sobrio, elegante e molto semplice. Anche nel luogo del rinfresco lo stile delle composizioni deve tener presente dello stile della sala anche per le composizioni, piccole e basse,
per ogni tavolo.

Così facendo non intralceranno i commensali con le varie portate e neanche nelle conversazioni tra loro. L’addobbo diventa più vistoso per il tavolo da buffet o degli aperitivi. E’ bene concordare col fioraio anche gli allestimenti: vasi di ceramica o terracotta, vimini, ma anche candele ed altro con fiori secchi, spighe e persino frutta. In caso di addobbo nell’automobile bisogna avere l’accortezza di non ostacolare la vista sul vetro posteriore di chi guida. Composizioni basse quindi e
dietro le spalle degli sposi. No ai fiori al di fuori dell’auto.
Fonte http://www.e-cremonaweb.it/index.php?option=com_content&task=view&id=1283&Itemid=302:testset